Come si fa la sangria

Sia che abbiate intenzione di ospitare gli amici per un pre-partita, sia che vogliate semplicemente rilassarvi con un bicchiere di rosso alla fine della giornata, la sangria è la bevanda dissetante che fa per voi.

Se avete già provato a preparare questo intruglio fruttato e lo avete trovato troppo aspro, non abbastanza dolce o eccessivamente alcolico, allora questo articolo vi spiegherà come fare la sangria.

La sangria è una bevanda che racchiude un’intera bottiglia di frutta in un bicchiere. Ma ciò che rende la sangria così speciale è la combinazione di due bevande: il vino e il succo di frutta.

Ma scopriamo subito come preparare la sangria!

Come si fa la sangria originale

La sangria è il punch delle feste per eccellenza. Si può variare il tipo di alcol, il tipo di vino, l’aggiunta di altri succhi, erbe o spezie e persino il modo in cui viene servita.

Tradizionalmente, il vino rosso veniva mescolato con brandy e acqua, quindi versato sulla frutta tagliata a pezzi e lasciato riposare al sole.

Oggi se vuoi sapere come fare la sangria in modo corretto, può essere preparata con qualsiasi tipo di vino, qualsiasi tipo di liquore e qualsiasi tipo di frutta. Le ricette di sangria più comuni contengono vino rosso e frutta come mele, arance, limoni, lime e pesche.

Ma quindi la sangria come si fa?

Innanzitutto, bisogna decidere se si vuole fare una sangria rossa o bianca. Una volta deciso il colore, dovrete scegliere il vino. I vini rossi sono fruttati, ricchi e pieni di colore. I vini bianchi sono freschi e puliti.

Se volete fare una sangria rossa, scegliete un vino rosso corposo. Quindi, aggiungete la giusta quantità di succo di frutta tropicale come mango, papaya o ananas.  Se si aggiunge troppo succo, il vino sarà troppo dolce, al contrario se si usa troppo poco succo, il vino sarà troppo secco.

Se volete sapere come preparare la sangria perfetta per ottenere il miglior sapore, è usare un eccellente liquore: il brandy.

La sangria potrebbe essere anche un ottimo modo per salvare la frutta che rimanere all’aria aperta per qualche giorno, d’estate può capitare anche di acquistarla con qualche ammaccatura, questa è sicuramente la ricetta perfetta per salvarla senza buttarla.

Come si fa la sangria analcolica

Se invece, volete sapere come preparare la sangria analcolica in 10 minuti, seguite questa ricetta.

Lavate la frutta in questo caso le mele e le arance. Rimuovere il cuore della mela e tagliatele a fettine, inseritele in una brocca da 2 litri. Tagliate qualche fettina di arance e limone togliendo al loro interno i semi e li inserite nella brocca.

Quello che avanza potete spremerlo all’interno della brocca. Potete aggiungere il succo di mela e d’uva. Lasciate riposare la bevanda nel frigo in modo tale che si raffreddi. Poco prima di servirla ai tuoi ospita, versa l’acqua frizzante fredda e qualche cubetto di ghiaccio, per rendere la bevanda più dissetante.

Come si fa la sangria bianca

La sangria bianca è preparata con vino bianco e di solito contiene frutta tropicale come kiwi, ananas e banane. Se volete fare una sangria bianca, dovete scegliere un vino bianco secco.

Un modo su come fare la sangria bianca è usare come liquori: il rum o il gin, che rispetto alla sangria rossa ha un sapore meno forte.

Se volete aggiungere un sapore ancora meno forte alla frutta per sangria, riducete la quantità di alcol. Per ottenere un buon sapore omogeneo con la frutta per la sangria bianca, aggiungete agrumi come arancia, pompelmo o limone, mescolateli separatamente e poi aggiungere il vino e il liquore.

Insomma, esistono molti modi diversi di gustare il vino, ma nessuno è così versatile e facile da preparare come si fa per la sangria.

Ora che sapete come preparare la sangria perfetta, non dovete fare altro che scegliere la ricetta giusta, gli ingredienti giusti e lasciare riposare il composto in frigorifero per una notte. Potete anche servirla fredda, calda o tiepida. E voi avete mai provare a fare la sangria? Quali sono i frutti che più preferite di questa bevanda? Vi aspettiamo nei commenti!

Lascia un commento